Chi ha detto che gli unici burger sono quelli a base di macinato? Ecco qui una squisita versione 100% vegetale, leggera e saporita, per un pranzetto nutriente e completo particolarmente indicato agli sportivi e a chi fa tanta attività fisica grazie alle proprietà organolettiche della barbabietola e dei nutrienti di Bioglan ® Barbabietola. Ricetta tratta dal libro Giusto con Gusto di Francesca Romana Barberini, Ed. Il Cucchiaio d’Argento.

Difficoltà: media
Tempo: 30 minuti
Cottura: 35 minuti
Porzioni: 4

Ingredienti

  • 4 panini da hamburger
  • 300g di barbabietola
  • 2 cucchiaini di Bioglan ® Barbabietola
  • 150g di quinoa
  • 1 cucchiaio di fiocchi d’avena
  • 1 lime
  • 4 fette di pomodoro maturo
  • 1 avocado maturo
  • 2 cucchiai di senape rustica
  • Olio EVO
  • Tabasco
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Lesso la quinoa in acqua leggermente salata per circa 15 minuti
  2. Sbuccio e grattugio la barbabietola in una ciotola, la strizzo e la verso in una padella con 2 cucchiai di olio, facendola cuocere per circa 10 minuti
  3. In una ciotola unisco la quinoa, la barbabietola, i 2 cucchiaini di Bioglan ® Barbabietola, i fiocchi d’avena, il succo di ½ lime, qualche goccia di tabasco,
  4. Mescolo con le mani e preparo, con l’aiuto di un coppapasta, 4 burger
  5. Cuocio i burger nel forno preriscaldato a 150° per circa 10 minuti conditi con un filo d’olio extravergine
  6. Taglio i panini a metà e li metto a scaldare nel tostapane
  7. Taglio a metà l’avocado, tolgo il nocciolo e con l’aiuto di un cucchiaio lo svuoto della polpa. Metto la polpa in una terrina e la schiaccio con un forchetta, aggiungo il succo di ½ lime, regolo di sale e pepe
  8. Preparo i panini mettendo alla base uno strato di senape, poi il burger, poi la fetta di pomodoro che regolo di sale, poi la crema di avocado con qualche goccia di tabasco, quindi chiudo il panino

Approfondimento su Bioglan Barbabietola

Bioglan ® Barbabietola. La rapa rossa o barbabietola, da sempre presente sulle nostre tavole, è ideale per chi pratica sport.

Le principali sostanze e i minerali contenuti sono: ferro utile per favorire il trasporto dell’ossigeno nell’organismo e in caso di stanchezza fisica e mentale, potassio che contribuisce alla normale funzionalità muscolare. Ideali per chi segue una dieta ipocalorica, sono ottimi alimenti preferibili quindi in diete bilanciate che presuppongono una marcata restrizione calorica. Le rape rosse sono costituite da una buona quantità di acqua, corrispondente all’incirca al 91%; si conta solo il 4% di carboidrati ed il 2,6% di fibre; il restante è costituito da proteine e, in minima parte, da grassi. Essendo una radice, la rapa rossa è una vera e propria miniera di Sali minerali assorbiti dal terreno: potassio, ferro, calcio, fosforo e sodio. Anche le vitamine rivestono un ruolo da protagonista nella composizione dell’ortaggio: tra queste spiccano la B1, la B2, la B3 e la C.

Quinoa. Diciamo innanzitutto che la quinoa non è un cereale: botanicamente, infatti, è molto più affine alla barbabietola pur avendo una struttura nutrizionale simile al malto e all’avena. I semi di quinoa contengono alte concentrazioni di amido, una buona porzione di proteine (migliore rispetto a quella di molti cereali e tuberi, soprattutto per il buon contenuto in lisina), fibre, calcio, fosforo e ferro) e vitamine. Inoltre, essendo privi di glutine, si prestano alla dieta per la celiachia. I semi vanno cucinati in maniera analoga al riso e altrettanto variegati sono i suoi usi in cucina.